Cultura Tecnica. Coltiviamo l'humus necessario al progresso del genere umano.

Cultura deriva dal verbo colere: coltivare. Attraverso i nostri piccoli interventi cerchiamo di mantenere vivo l’interesse per professioni e insegnamenti che si modificano in base alle richieste del mercato. Nelle scuole professionali, artigianali e industriali la cultura tecnica è di fondamentale importanza. Cultura Tecnica vi terrà costantemente aggiornati sulle novità, le possibilità di stage, i corsi professionali e le conferenze legate al mondo della progettazione tecnica e alla gestione delle piccole medie imprese.

Walter Chappel in mostra a Modena

La fotografia provocatoria, il nudo e la sensualità controcorrente

phpThumb_generated_thumbnailjpg

Una retrospettiva prodotta da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e da Fondazione Fotografia Modena dedicata al fotografo americano Walter Chappell, fra i protagonisti più controversi della fotografia americana del XX secolo, la cui opera, intensamente provocatoria così come la sua vita, è rimasta celata a lungo.

«Penso di essere stato un bambino abbastanza particolare — ammetteva Chappell — almeno stando alle storie che mi raccontavano. Mi mettevo a fissare le cose, fuori in cortile, e gli altri dicevano: “Walty è fuori a contemplare qualcosa”. Me ne stavo lì a osservare intensamente ciò che mi interessava. Cadevo in questo stato fin dalla più tenera età». Il flusso di coscienza di un gigante della fotografia, che spesso e volentieri ha scelto di andare controcorrente, vivendo immerso nella natura tra California, Hawaii e il remoto sito di El Rito, in New Mexico. I ricordi di Chappell, i suoi rapporti con personaggi come Weston e Newhall e una vita privata contrassegnata da tre mogli e sei figli sono ora disponibili anche in Italia grazie a un volume pubblicato dalla casa editrice Skira.

IL CORPO  – Nel 1990, infatti, le autorità americane sequestrarono e minacciarono di distruggere un nudo maschile, raffigurante lo stesso Chappell con il figlio Theo in braccio. L’immagine, scattata nel 1962, era stata già esposta in numerose mostre e riprodotta in un libro sulla fotografia americana di nudo pubblicato dall’editore Harper&Row. Il sequestro scatenò le reazioni indignate della comunità artistica e della stampa, che difesero con forza l’opera di Chappell, poi restituita ai proprietari in seguito alla decisione del giudice che ne riconobbe la legittimità in quanto espressione artistica. Chappell, nato nel 1925 in Oregon, ha condotto la sua intera esistenza in modo appartato e a stretto contatto con la natura, come confermano i tanti corpi umani ritratti, spesso associati alle forme del paesaggio e della vegetazione. Come scrive il curatore Filippo Maggia nel catalogo che accompagna la mostra, anch’esso edito da Skira, «Walter Chappell ostenta il corpo nella sua postura spontanea, incurante dell’eleganza del gesto».

Chappel in mostra a Modena, per informazioni visitate il sito ufficiale

Invece, per tutti gli appassionati di fotografia che vogliono continuare ad aggiornarsi, segnaliamo il corso Corso Gestione del colore nella fotografia digitale, cofinanziato dalla Provincia di Bologna e aperto a un numero massimo di 12 partecipanti. Altre informazioni sulla pagina di Fondazione Aldini Valeriani, l’ente di formazione che promuove il progetto formativo.

WCE_1411

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 23, 2013 da in DESIGN NEWS con tag , , .
Follow Cultura Tecnica. Coltiviamo l'humus necessario al progresso del genere umano. on WordPress.com

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 112 follower

Seguici su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: